Home » News, Primo piano, Risparmio e Famiglie, Scadenze Fiscali, Ultime notizie

Aumento dell’Iva: l’aliquota è stata alzata dell’1%

7 settembre 2011
Pubblicità

Annunciato a palazzo Chigi aumento dell’

È stata annunciata dal Governo la notizia dell’aumento dell’Iva di un punto percentuale. La decisione è stata presa in occasione del vertice di maggioranza tenutosi ieri a Palazzo Grazioli. Dunque l’aliquota Iva passerà dall’attuale 20% al 21%. Il gettito ottenuto dall’aumento dell’Iva servirà a migliorare i saldi dei bilanci pubblici. La liquidità così ottenuta porterà alle casse dello Stato 4,236 miliardi su base annua dal 2012. Per quanto riguarda l’anno corrente, invece, il gettito è stimato in 700 milioni di euro. Al momento è esclusa la possibilità di aumenti sulle altre aliquote Iva che restano al 10 e al 4%.

Aumento dell’Iva al 21%: si teme per un inasprimento dei consumi

L’aumento dell’Iva al 21%, secondo le associazioni dei consumatori e quelle di categoria a cui i commercianti sono iscritti, inciderà sui prezzi di alcuni beni di consumo come televisori, auto, moto, abbigliamento calzature, vino e cioccolato. Dunque si temono conseguenze negative sui consumi per le famiglie italiane che si trovano già in difficoltà nell’affrontare le insidie dell’attuale crisi economica. Anche esprime preoccupazione per l’Italia in quanto l’aumento dell’Iva si andrà a sommare agli ultimi rialzi delle materie prime, con inevitabili ricadute sull’.
Federalimentare, infine, ha messo in evidenza che i beni alimentari domestici hanno subito negli ultimi cinque anni una flessione dei consumi e che quindi l’aumento dell’Iva al 21% impedirà un miglioramento delle vendite nel settore a causa dell’inflazione.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>