Home » News, Primo piano, Risparmio e Famiglie

Arrivano le nuove Social Card, ma per chi?

6 agosto 2010
Pubblicità

Ogni anno torna di moda l’argomento Social Card, ovvero quella tessera introdotta dal governo e da lui ricaricata con 40 euro mensili che dovrebbe aiutare le ad acquistare prodotti di prima necessità. La carta viene poi ricaricata ogni mese e può essere utilizzata in una serie di negozi convenzionati. Purtroppo però i requisiti per richiedere la Carta Acquisti sono piuttosto restrittivi.

Malgrado le tante proteste del che continua a chiedere al governo nuovi requisiti di accesso, la è destinata sempre e solo ad anziani con oltre 65 anni di età e famiglie con figli al di sotto dei tre anni. Per tutti gli altri i 40 euro mensili della carta acquisti del governo sembrano essere un beneficio non necessario. Ma la Codacons continua a protestare, la social card dovrebbe essere un sussidio per tutte le famiglie al di sotto della soglia di povertà, ovvero circa 7.8 milioni, in quanto strumento per combattere la povertà del paese e aiuto indispensabile per molti nuclei familiari. Tra le varie lamentele dell’associazione  anche il valore di ricarica della carta, 40 euro mensili, che non sarebbe sufficiente ad aiutare realmente le famiglie italiane che ne abbiano necessità.

Fonte: http://www.vostrisoldi.it/articolo/social-card-a-tutti-i-poveri-e-famiglie-in-difficolta/30217/


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>