Home » Primo piano

Abi e Draghi sulle regole del sistema finanza

12 ottobre 2010
Pubblicità

Secondo quanto dichiarato da , governatore di Banca di Italia, durante una intervista al Washington Post “gli istituti finanziari considerati ‘troppo grandi per fallire’ devono essere sottoposti a una vigilanza su base globale”. Il presidente del si lasci intervistare dal famoso giornale e ammette che l’ si appresta a presentare, possibilmente entro il prossimo mese durante il vertice di Seul, un piano attuativo che comprende 16 raccomandazioni sulla vigilanza finanziaria. I grandi gruppi bancari italiani, quindi, dovranno seguire regole comuni per evitare nuove crisi nazionali. E l’annuncio di Draghi arriva in un già teso scenario; dopo l’allarme di Tremonti sulla stabilità finanziaria l’, Associazione Banche Italiana, per voce del suo dg Giovanni Sabatini esprime le sue perplessità sulle nuove regole finanziarie, prime tra tutte quelle di Basilea 3. “Le nuove regole sulla finanza – ammette - in primis Basilea3, rischiano di essere un ‘incentivo perverso per fare finanza”. I nuovi regolamenti cui dovranno sottoporsi le banche lasciano l’abi più che perplesso sulla reale fattibilità e sostenibilità del sistema.

Fonte: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2010/10/11/visualizza_new.html_1733700244.html


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>