Home » News

Bollette più care… ma quanto incassa lo stato?

13 aprile 2010
Pubblicità

Quanto ci costano le bollette di utenze varie? Per le famiglie italiane è importante imparare a leggere le proprie bollette; i conti di tutti i mesi infatti, comprendono una serie di costi accessori che spesso non sono dovuti o che, seppur dovuti, potrebbero essere evitati semplicemente cambiando gestore.

E’ il caso, ad esempio, dei costi fissi di abbonamento, non sempre richiesti, e di tutte quelle voci poco chiare di cui è sempre bene chiedere spiegazioni. Un costo di rilievo nelle nostre bollette è rappresentato per esempio dallo Stato. Impossibile abbassare questa percentuale se non, appunto, per legiferazione statale; ma sappiamo quanto incidono le tasse statali sulle nostre bollette dell’energia elettrica per esempio?

Secondo l’Autorità per l’Energia in media una famiglia italiana paga 426 euro all’anno per la fornitura di energia elettrica; quello che più lascia a bocca aperta è la percentuale di questo costo causata da tasse dello stato, ben il 23% del dovuto, in questo caso 99 euro. Insomma un quarto delle nostre spese di bolletta va dritto al governo sotto forma di “oneri generati di sistema”, se questi oneri fossero aboliti, in pratica, la nostra bolletta sarebbe più economica di ben 100 euro all’anno. A cosa serve incentivare la libera concorrenza per abbassere i prezzi, se le aliquote statali restano sempre una voce di spesa preminente? È vero, i soldi incassati, secondo i portavoce del governo, servono per incentivare le fonti rinnovabili o per le operazioni, mai effettuate, di dismissione delle vecchie centrali nucleari; ma come sottolinea questi oneri sono una vera tassa che pesa non poco sulle tasche dei cittadini, già per questa ragione dovrebbero essere, come tutte le tasse, esenti da IVA. Se quindi non si possono abolire perchè il governo non vuole rinunciare a queste entrate perchè almeno non abolire l’IVA come capitato per la TARSU? Voi che ne pensate?

Fonte: http://www.vostrisoldi.it/articolo/bollette-luce-ecco-quanto-incassa-lo-stato/26969/


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>