Home » BANCHE MUTUI, BCC del Garda, Mutui, Mutui a Tasso Variabile, Prestiti e finanziamenti

MUTUO A TASSO VARIABILE | BCC DEL GARDA

2 marzo 2012

Trattasi della consueta forma di finalizzato all’acquisto di immobili per uso abitativo. Il a tasso variabile consta di un tasso d’interesse iniziale che può variare con cadenze prestabilite, secondo l’andamento di uno o più parametri di indicizzazione fissati nel contratto. Il rischio principale è l’aumento imprevedibile e consistente dell’importo o del numero delle rate.
Il tasso variabile è consigliabile a chi vuole un tasso sempre in linea con l’andamento del mercato e può sostenere eventuali aumenti dell’importo delle rate.
L’importo erogabile non può eccedere il 70% del valore dell’immobile periziato ed il piano di ammortamento, di durata oscillante tra i 5 ed i 20 anni, è alla francese, con rate costanti, a cadenza mensile.

CONDIZIONI ECONOMICHE DEL MUTUO

Il TAEG è strettamente correlato ad alcune condizioni quali importo mutuato e durata del piano rimborso: in caso di mutuo ventennale di euro 100.000,00, si assesterà al 6,023%. Il TAN discende, invece, dalla somma tra parametro Euribor 3 mesi 360 e spread vigenti (attualmente pari al 4%). Dei seguito, alcuni esempi di piani di ammortamento, distinti per durata (mutuo di euro 100.000,00):
• Mutuo decennale-tasso di riferimento 5,50%-rata mensile euro 1.085,26;
• Mutuo quindicennale-tasso di riferimento 5,50%-rata mensile euro 817,08;
• Mutuo ventennale-tasso di riferimento 5,50%-rata mensile euro 687,89.

I valori di cui sopra non contemplano eventuali variazioni del tasso di riferimento su base biennale.

SPESE ACCESSORIE DEL MUTUO

Tra le ulteriori spese da sostenere, si segnalano: istruttoria (2% dell’importo erogato), incasso rata (5,00 euro), imposta sostitutiva (0,25% dell’importo erogato), perizia tecnica (a carico del mutuatario, in base al tariffario del tecnico abilitato), assicurazione immobile (contro incendio, fulmine e scoppio).

ESTINZIONE ANTICIPATA DEL MUTUO

Il cliente, con il consenso della banca, può estinguere anticipatamente in tutto o in parte il mutuo con un preavviso di almeno 20 giorni pagando unicamente un compenso omnicomprensivo stabilito dal contratto, che non potrà essere superiore all’2% del debito residuo del mutuo.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>