Home » Banche e Istituti di Credito, Mutui, Mutuo Edilizio, Prestiti, Prestiti e finanziamenti, Risparmio e Famiglie, Ultime notizie

Mutui in Inghilterra: le banche minacciano al telefono i cattivi pagatori

1 settembre 2011
Pubblicità

Scopriamo cosa capiterà a che è in ritardo con il pagamento delle rate dei mutui in Inghilterra

Per gli spendaccioni che non pagano le rate dei mutui in Inghilterra è in arrivo una telefonata da parte della loro banca che li esorterà a onorare il debito contratto. In caso contrario, la banca provvederà al pignoramento dell’immobile. Dunque, in barba alle leggi sulla privacy, le banche inglesi hanno effettuato dei controlli sui consumi dei clienti negligenti (attraverso i movimenti registrati sui conti corrente) e per chi si è dato alle spese frivole, trascurando gli impegni presi con gli istituti di credito, ecco che arriva la bacchettata.
Ad adottare questo sistema di controllo singolare per ora sono due istituti di credito inglesi che, per evitare di perdere le somme concesse in prestito, hanno deciso di avviare una seria attività telefonica di recupero crediti.

Controlli sui mutui in Inghilterra: le banche pretendono una maggiore coscienza finanziaria

L’operazione di recupero crediti sui mutui in Inghilterra inizierà nelle prossime settimane ad opera dei funzionari della UK Asset Resolution, l’istituto statale che gestisce dal 2010 due importanti istituti di credito immobiliari Bradford & Bingley e Northern Rock. Entrambe le banche, infatti, hanno necessità di recuperare liquidità in seguito all’esborso di 48 miliardi di sterline impiegate per finanziare la nazionalizzazione dei due istituti falliti.
L’attività di controllo diretto sui conti correnti dei debitori è stata svolta finora dall’istituto con l’obiettivo di analizzarne la propensione al rischio, gli eccessi nei consumi e, più in generale, l’uso della liquidità disponibile. I controlli in questione sono effettuati di norma prima dell’erogazione del prestito e non dopo. Dunque, si tratta di una situazione eccezionale e mai verificatasi in precedenza a cui però i sottoscrittori di mutui in Inghilterra dovranno far fronte. La UK Asset Resolution, infatti, ha stimato che circa 30mila debitori potrebbero essere a rischio col pagamento delle rate del mutuo. Inoltre, nel caso in cui i tassi di interesse dovessero superare l’attuale 0,5%, si prevede anche impossibilità per molti di pagare in tempo la rata. Proprio per questi motivi, circa 2000 spreconi inglesi saranno avvisati telefonicamente ogni settimana dai funzionari della UKAR che, dopo aver verificato i debiti a carico dei mutuatari, li esorteranno a rinunciare agli eccessi e far fronte agli impegni presi con la banca. Anche se un po’ drastica come decisione, essa rappresenta attualmente l’unico modo per gli istituti di credito immobiliare di recuperare il fido concesso per i mutui in Inghilterra.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>