Home » Mutui

Mutui: a Verona in migliaia chiedono la rinegoziazione

19 febbraio 2010
Pubblicità

A Verona è boom di  rinegoziazioni. Al  Crevv, il tavolo di concertazione per l’economia veronese e veneta, le banche hanno fornito alcuni dati relativi allo stato finanziario delle famiglie e delle imprese del territorio.  Stando ai dati forniti dagli istituti di credito migliaia di cittadini hanno chiesto agli istituti di credito di cambiare le condizioni per riuscire a pagare delle rate più leggere.

«È da circa un anno e mezzo – ha dichiarato Romano Artoni, direttore commerciale Triveneto di Unicredit– che Unicredit ha attivato due opzioni per andare incontro a chi perde il lavoro o si trova per altri gravi motivi alle prese con difficoltà di carattere economico. La misura più radicale è la sospensione delle rate del mutuo per dodici mesi. Su questa iniziativa abbiamo registrato tutto sommato poche richieste, circa duecento su un totale di 20 mila famiglie. Naturalmente una cifra bassa è un bene, perché dietro ogni richiesta ci sono situazioni difficili. Le rinegoziazioni però sono state tante: più di 2.500. Si tratta di persone che hanno magari deciso di allungare il mutuo pur di pagare oggi una rata più leggera».

Se le richieste  di sospensione e rinegoziazione testimoniano il persistere della crisi delle famiglie italiane, più confortanti sono i dati relativi al settore imprenditoriale. “Dopo mesi in cui le aziende ci chiedevano solo di ristrutturare il debito, cominciano a tornare clienti che vogliono soldi per fare investimenti o per ripristinare le scorte”.

Giovanni Giroldi, direttore della Banca Popolare, sottolinea il fatto che l’istituto di credito, oltre alle misure a sostegno delle famiglie e dei lavoratori in difficoltà, si pone l’obbiettivo di aiutare le aziende a crescere. Anche da Confindustria Verona affermano che  «bisogna sostenere le aggregazioni e aumentare la capitalizzazione media delle imprese veronesi. Le realtà frazionate sono state una ricchezza negli anni passati, ma sotto certi aspetti rappresentano anche una debolezza. Inoltre bisogna cogliere tutte le occasioni e le opportunità dei prossimi anni, come l’Expo 2015. La politica però deve agire perché servono infrastrutture e decisioni rapide ».


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>