Home » Banca Sella, BANCHE MUTUI, Mutui, Mutui a Tasso Variabile

LE GEMME DI BANCA SELLA NELL’OFFERTA DI MUTUO A TASSO VARIABILE

30 gennaio 2012

Nell’erogazione di mutui a variabile, Banca Sella punta sulle diciture altisonanti: mutuo Ambra e Rubino, infatti, sono due finanziamenti a tasso variabile, particolarmente indicati per chi si appresta ad acquistare la prima casa: con mutuo Rubino si prevede un tasso variabile con tasso massimo. In caso di aumento del parametro di riferimento, il tasso e la relativa rata possono variare fino al raggiungimento di un tasso massimo stabilito al momento della stipula del mutuo.
In quanto mutui a tasso variabile, entrambi consentono di beneficiare di eventuali riduzioni dei tassi, fino al raggiungimento del tasso minimo, e quindi dell’importo della rata: in particolare, con Mutuo Rubino si beneficia anche di un tasso variabile massimo. I rischi tipici consistono nell’impossibilità di conoscere l’importo preciso delle rate future; inoltre si è soggetti ad eventuali aumenti dei tassi e quindi dell’importo della rata. Mutuo Ambra e Rubino possono finanziare fino all’80% del valore dell’immobile, secondo un piano di , di durata massima trentennale, composta da rate mensili d’importo costante e composte da una quota capitale di importo crescente e da una quota di interessi di importo decrescente.

CONDIZIONI ECONOMICHE DEL MUTUO

Il previsto per entrambe le tipologie di finanziamento varia in funzione dell’importo del finanziamento medesimo e della durata del piano di ammortamento:
Mutuo Ambra-mutuo decennale- TAEG6,09%- euro 1.080,32
mutuo ventennale-TAEG 5,95%-rata mensile euro 682,26
mutuo trentennale- TAEG 5,89%- rata mensile euro 561,54
TAN massimo al 5,40%-parametro di indicizzazione Euribor 1 mese 365

Mutuo Rubino-mutuo decennale-TAEG 6,63%-rata mensile euro 1.105,19
mutuo ventennale- TAEG 6,47%- rata mensile euro 710,68
mutuo trentennale- TAEG 6,44%- rata mensile euro 593,14
TAN massimo al 5,90%- tasso massimo 8,00%-parametro di indicizzazione Euribor 1 mese 365.

Tra le spese accessorie vanno considerate le seguenti voci:
• Commissione anticipata da corrispondere all’erogazione in percentuale sull’importo erogato con l’applicazione di un importo minimo;
• Commissione di messa a disposizione delle somme calcolata in percentuale sull’ammontare dell’affidamento concesso in relazione al tempo di messa a disposizione e della sua durata, solo in caso di utilizzo a stato avanzamento lavori per mutui finalizzati alla costruzione o ristrutturazione di immobili;
• Compenso per estinzione anticipate, calcolato in percentuale della quota di capitale rimborsato, per mutui destinati ad altre finalità di importo superiore a 75.000 Euro o di importo inferiore a 75.000 Euro con durata superiore ai 5 anni;
• Spese di perizia e oneri notarili a carico della parte mutuataria;
• Assicurazione incendio e scoppio immobili obbligatoria (in collaborazione con InChiaro Assicurazioni Spa);
• Invio promemoria scadenza rata;
• Invio E/C movimenti-scalare e altre comunicazioni;
• Imposta sostitutiva DPR/73 calcolata in percentuale sulla somma erogata.

 

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>