Home » Mutui, Prestiti e finanziamenti, Risparmio e Famiglie

L’Abi proroga di sei mesi la moratoria sui mutui

28 dicembre 2010
Pubblicità

proroga mutui dall'AbiL’ ha prorogtoa di sei mesi la moratoria sui mutui. La scadenza era fissata per il 31 gennaio. Il presidente dell’Abi, , annuncia però non sarà una vera proroga ma una ridefinizione delle misure adottate che verranno riviste alla luce delle esigenze delle imprese “che presentino difficoltà di liquidità ma abbiano prospettive di crescita”.

Le aziende goderanno di una “rimodulazione delle scadenze e degli impegni sia per quanto concerne il capitale che le garanzie” e le autorità dovranno perfezionare il nuovo accordo entro il 31 gennaio, prima che il termine scada. Possibile prorogare, di almeno sei mesi, anche per il piano rivolto alle , con la sospensione del pagamento delle rate del mutuo: le famiglie possono chiedere alle che fanno parte dell’associazione di non applicare commissioni a coloro che vanno in rosso (in modo occasionale) per importi di lieve entità. Secondo il presidente Mussari, con ciò si risponde all’esigenza“di stare vicino alle famiglie del nostro Paese le quali comunque vantano una qualità del credito alta”.

In Italia la rata disponibile è pari al 16% del reddito: “In prospettiva c’è il rischio che i tassi aumentino, visto che i mutui a tasso variabile sono tantissimi: e questo è  un rischio che il cliente deve comprendere bene”, sostiene Mussari. Per l’Abi servirà “a rendere migliore la trasparenza e il rapporto coi clienti” ma, afferma Mussari, questo costerà qualcosa alle banche (circa 25 euro a operazione). I finanziamenti bancari alle famiglie per acquistare abitazioni continuano a salire (a ottobre +8,2% che sale all’8,3% nel caso del mutuo prima casa). Aumentano anche i finanziamenti alle Pmi (+0,5%, valore che raggiunge il +1,7% per le famiglie produttrici) ma restano deboli i prestiti alle aziende più grandi.

In prevalenza c’è il tasso fisso, che ha determinato a novembre l’incremento del tasso medio che le banche hanno applicato sui finanziamenti per acquistare abitazioni, passato dal 2,7 al 2,8%; in rialzo sono i tassi sulle nuove operazioni applicati a imprese e famiglie: a novembre 2010 il rincaro era del 2,75% (a ottobre era +2,57%) , quello sui prestiti per l’acquisto di case era pari al 2,8% (2,7% a ottobre 2010).


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>