Home » Mutui

Imprenditore agricolo e credito agrario emergono nel Rapporto 2009 di Frimm Mutui per l’impresa.

3 agosto 2010
Pubblicità

Una nuova figura imprenditoriale ed una nuova tipologia di prodotto finanziario si evidenziano nel Rapporto 2009 realizzato da Mutui per l’impresa: l’imprenditore agricolo ed il credito agrario sono stati infatti i prodotti più richiesti dai PMI nel corso del 2009.

“Il 2009 è stato un anno centrale per lo sviluppo dei finanziamenti alle PMI”, spiega il Responsabile del progetto Roberto Matetich. “Non soltanto si è parlato molto, e si continua a farlo ancora oggi, di queste realtà imprenditoriali e del loro crescente bisogno di credito per continuare l’attività, ma è cresciuta, al contempo, anche la difficoltà di accesso ad esso soprattutto in virtù dei criteri imposti da Basilea 2, che hanno costretto gli istituti ad adottare uniformità di valutazione del merito creditizio, limitando la loro precedente discrezionalità. Tutto ciò ha spinto le imprese e, più in generale i possessori di partita iva, verso i consulenti creditizi che stanno diventando dei veri e propri interpreti delle esigenze delle PMI, da una parte, e le condizioni degli Istituti dall’altra”.

Il volume di business che riguarda i primi 9 mesi di lavoro di Frimm Mutui per l’impresa è di 220 milioni di euro ma supera anche i 500 milioni se si tiene riferimento alle operazioni degli Affiliati Specialisti per quanto riguarda mutui ipotecari, mutui fondiari edilizi, chirografari, leasing, energia, linee finanziarie commerciali, garanzie dei Confidi e factoring.

Dati più che positivi che emergono dal Rapporto sui trend e sull’operatività degli uffici Affiliati al brand di Frimm Holding che riguarda il settore corporate stilato dall’appunto responsabile del progetto Roberto Matetich e il Referente Nazionale per il settore dei Mutui Edilizi Marco Tituri.

L’indagine si è svolta su un campione di 480 clienti ed i risultati emersi dimostrano che “l’attività di consulenza svolta dagli Affiliati “Impresa” ha determinato il buon fine del 32% (1/3) delle operazioni presentate”, da aggiungere un 33% di istruttoria al momento in cui sono stati rilevati i dati che porta ad un aumento della performance totale.

“Siamo vicini al nostro obiettivo fissato al 25% all’inizio dell’anno passato. Per quanto riguarda invece le informazioni relative ai prodotti, il Rapporto 2009 evidenzia che le soluzioni per le imprese si orientano soprattutto su prodotti finanziari e linee commerciali a breve (22% chirografari – 19% affidamenti di cassa) e a seguire, per ticket più importanti, prodotti ipotecari (20%) e leasing, anche per finanziare nuovi investimenti sia in attrezzature che in immobili”, spiega Matetich.

“Per quanto concerne il comparto di cui mi occupo posso affermare che il trend in rallentamento dei Mutui Edilizi è stato causato soprattutto dalla frenata del mercato delle compravendite che stenta a ripartire ancora oggi rendendo le banche ancora più prudenti nel finanziare i costruttori sulle nuove realizzazioni”, sostiene Marco Tituri.

L’imprenditore agricolo si rivolge sempre di più ai consulenti finanziari e l’emersione del segmento di mercato “Agrario” ha portato l’azienda a individuare un Referente Nazionale ad hoc, ovvero Giuseppe Falcicchio, dall’esperienza ventennale nel settore.

Le operazioni di credito degli Specialisti di Frimm si sono svolte per la maggior parte nel Sud Italia (44%), mentre si dividono con egual misura il restante delle operazioni tra Nord (24,8%), Isole (17,5%)e Centro (13,3%). Le S.r.l. emergono come interlocutore principale dei consulenti finanziari (35%), seguono le S.n.c. (33%), le ditte individuali (16%) ed in ultimo le S.a.s. con il 7%.

Matetich conclude sosotenendo che “Factoring e linee a breve stanno crescendo in termini percentuali consistenti confermando il trend cominciato a fine 2008 . Si tratta di prodotti finanziari a cui fanno ricorso le PMI per soddisfare le esigenze di cassa sul circolante, in modo da sopperire all’allungamento dei tempi di pagamento da parte della clientela, come sostiene, tra l’altro, anche un precedente rapporto Cribis D&B. In generale, si conferma la prudenza degli Istituti nel finanziare le nuove costruzioni data l’incertezza del mercato immobiliare, così come si confermano i tempi lunghi da parte delle banche nel fornire esiti e delibere creando ulteriori difficoltà alle aziende. Infine, si nota una maggiore frequenza nel ricorso alle garanzie accessorie dei confidi, soprattutto nel Centro-Sud d’Italia, richieste per oltre l’ 80% delle pratiche perfezionate”.

Grazie alla scelta di lanciare la divisione Impresa da parte di Frimm mediazione Mutui & Prestiti i professionisti del settore avranno la possibilità di aumentare il loro business.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>