Home » Mutui, Prestiti alle Imprese

Il buono della crisi economica: la flessibilità delle banche

17 novembre 2009
Pubblicità

crisi-economicaNon tutto il male vien per nuocere. Il crack bancario, che ha generato uno dei più grandi dissesti finanziari della storia, è servito ad aprire gli occhi dell’opinione pubblica sulla condotta, pessima davvero, di alcuni dei più potenti banchieri del mondo.

Il risultato è che il vecchio sistema bancario sta cedendo il passo ad una nuova etica dei finanziamenti, che intende tutelare le banche dai rischi di insoluti e i cittadini da drammatiche forme di indebitamento.

Anche l’Italia si è adeguata alla nuova tendenza apportando lentamente alcune novità. Prima fra tutte la legge Bersani che ha introdotto l’azzeramento dei costi nelle operazioni di surroga e portabilità del mutuo, l’eliminazione delle penali di estinzione anticipata e dei costi notarili per la cancellazione dell’ipoteca.

Altra grande novità è stata l’introduzione di mutui a tasso variabile parametrizzati al tasso , (Banca centrale Europea), decisamente più stabile rispetto all’Euribor.
Inoltre banche e finanziarie hanno dilazionato la durata massima dei mutui, passando da 20 a 40 anni, offrendo innovativi prodotti di mutui a tasso misto con la possibilità di posticipare le rate.

Da questo clima di rinnovata flessibilità hanno tratto giovamento anche le aziende che, con la recente approvazione della moratoria sui mutui, poi applicata anche ai consumatori, avranno la possibilità di sospendere il pagamento delle rate del mutuo per 12 mesi.

Certo gli effetti positivi della crisi, non bastano a cancellare quelli negativi che ne sono conseguiti come impennata di disoccupazione, l’inasprimento delle condizioni di accesso al credito e i bilanci in perdita delle imprese. Ma rappresentano la base più solida su cui si sta costruendo il futuro finanziario del paese.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>