Home » Mutui

Cosa fare se le rate del mutuo sono troppo alte

27 luglio 2010
Pubblicità

Cosa fare se le sono troppo alte? È una domanda che purtroppo si sono fatti in tanti negli ultimi anni a causa della e dell’aumento delle rate dei mutui dovuti alle oscillazioni dei tassi di mercato. È vero inoltre che fino a pochi anni fa il mutuo preferito dalle famiglie italiane era quello a tasso fisso e questo ha comportato un enorme squilibrio della loro capacità di rimborso quando è stato necessario tagliare le spese familiari.

Se le rate del mutuo sono troppo alte o insostenibili prima di rinunciare a pagare e perdere la casa magari tanto sudata ci sono due strade da percorrere.

Il primo passo è tentare una rinegoziazione del mutuo, in pratica si contatta la banca che detiene il mutuo e si cerca di cambiarne le condizioni, cambiare i tassi di interesse, allungare il mutuo così da abbassare le rate o qualche altro escamotage che renda più sopportabile il peso di questo prestito.

Se la banca dovesse rifiutare la rinegoziazione, come nel suo diritto, esiste però una seconda via d’uscita: la Surroga.

Surrogare un mutuo significa lasciare la propria banca per “trasferire” il proprio debito ad una banca diversa dalla propria. Questa operazione non ha costi e non può essere negata dalla banca di origine, questo significa che la banca dove attualmente avete un mutuo insostenibile non vi può impedire di lasciarla per una concorrente più conveniente nè può richiedere il pagamento di penali o costi aggiuntivi.

La surroga si ottiene solitamente a condizioni molto favorevoli in quanto buona parte del prestito iniziale è solitamente già stato estinto e i capitali restanti sono pochi. Per surrogare un mutuo basta contattare la banca presso cui vogliamo trasferire il prestito e chiedere la disponibilità ad effettuare questa operazione. Se la nuova banca decide di avervi tra i propri clienti si occuperà lei stessa del trasferimento.

Non ci sarà bisogno di nessuna nuova perizia o ipoteca perché restano validi i documenti già presentati all’atto della stipula del mutuo originale. Anche l’assicurazione scoppio e incendio resta invariata. Sarà quindi la nuova banca ad occuparsi di tutte le scartoffie e con la surroga si dovrebbero riuscire ad ottenere condizioni di rata molto migliori anche perché è permesso, cambiando banca, scegliere un diverso tipo di tasso di interesse magari più conveniente.

Fotnte: http://mutui.vostrisoldi.it/articolo/cambiare-banca-se-il-mutuo-e-troppo-caro/6385/


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>