Home » Mutui

Copertura mutui al 40%? L’UE rassicura: per ora nessuna decisione

14 ottobre 2009
Pubblicità

copertura-mutuiLa commissione europea in questi giorni sta discutendo sulla possibilità di armonizzare i requisiti di capitale delle banche. Tra i termini in discussione c’è anche quello sulla riduzione della copertura dei mutui fino al 40% del valore dell’immobile.
Oggi i mutui concessi dalle banche in Italia coprono fino all’80% del valore dell’immobile, il restante 20% può essere acquisito con polizze assicurative. Se l’Europa decidesse di abbassare la soglia di copertura al 40%, ben il 60% verrebbe affidato a polizze assicurative.

Questo implicherebbe un aumento dei costi a carico del mutuatario, tassi d’interesse più alti, e gravi ripercussioni anche per le banche che si vedrebbero costrette ad accantonare più capitale.

Alla base della decisione della Commissione ci sarebbe la volontà di impedire che in Europa si verifichi una situazione simile a quella diffusasi negli Stati Uniti in cui chi nel passato ha comprato una casa ha spesso ricevuto un finanziamento pari al 100% del costo dell’immobile contraendo mutui ipotecari privi di un’adeguata garanzia.

Tuttavia la discussione dell’Unione europea ha suscitato le contestazioni delle principali associazioni bancarie internazionali: la European banking industry committee, che rappresenta le principali federazioni dell’industria bancaria europea (dalla Fbe alle associazioni delle banche cooperative alla European Mortgage Federation), ha espresso «forte disaccordo e contrarietà a fissare una soglia unica di copertura dei mutui valida per tutti i Paesi. I mercati immobiliari residenziali sono diversi: alcuni sono più speculativi altri più
conservativi».

Dal suo canto l’Abi è sempre dell’idea che fissare un limite di questo tipo sarebbe sbagliato «specie per un Paese come l’Italia che ha un tasso di insolvenza molto basso». Infine Adusbef e Federconsumatori si dicono preoccupate che il tema sia al centro della discussione.

Il portavoce di Charlie McCreevy, commissario europeo per il mercato unico, è quindi di recente intervenuto a rassicurare le associazioni bancarie affermando che “per ora non c’e’ alcuna proposta. C’e’ una discussione su come migliorare i requisiti di capitale, ma non sara’ questa Commissione a dover gestire le conseguenze politiche” di questa azione.”

fonte: http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=197&ID_articolo=1142&ID_sezione=404&sezione=


Finalità del
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>