Home » Guide, Mutui

Comprare casa non è un gioco da ragazzi, cosa avviene dopo?

1 giugno 2010
Pubblicità

È una domanda che pochi si pongono e spesso è quello che mette in crisi le famiglie nel primo periodo. Una volta acquistata una casa ed ottenuto un mutuo si immagina che il peggio sia passato ed in un certo modo è così; ci sono però ancora degli adempimenti di cui dobbiamo tenere conto, piccoli ma che possono rivelarsi faticosi.

Banalmente dobbiamo per esempio indicarvi di tenere conto dei tempi e dei costi di una ristrutturazione, fosse anche la sola tinteggiatura delle pareti. Per non contare i costi di primo arredamento. Gli immobili in vendita sono quasi sempre non ammobiliati, per un arredamenteto medio in un bilocale compresa cucina e bagno considerate almeno 20 mila euro, dovrete infatti molto probabilmente anche sostituire infissi, porte, serrature, ed altri particolari etc.

Prima di arrivare alla fase vera e propria di trasloco, tenete presente che per usufruire delle agevolazioni per acquisto prima casa di residenza è necessario trasferirsi nell’immobile entro 18 mesi. Il primo passo, quindi, è proprio il cambio di residenza. Basta recarsi, di persona, alla anagrafe della sede comunale di riferimento dell’immobile e richiedere il passaggio di residenza. Per ottenerlo è necessario munirsi di documento di identità, patente e libretto di veicoli di proprietà. Il cambio di residenza è immediato, entro 15 giorni un vigile urbano dovrà passare a casa vostra a controllare il nuovo indirizzo e in poche settimane riceverete le nuove targhette da apporre sulla patente e sul libretto di circolazione dei veicoli.

Con il passaggio di residenza si attivano anche i conteggi per alcune tasse comunali e si da inizio alle comunicazioni ufficiali:

L’ICI (nel caso di seconda casa o immobili di lusso e altre categorie dovute) entro il 30 giugno dell’anno successivo all’acquisto va fatta al Comune la dichiarazione Ici sia da parte del nuovo proprietario che del venditore; mente i pagamenti vengono calcolati a partire dalla data di cambio di residenza.

la TARSU (ovvero la tassa sui rifiuti solidi urbani) sarà intestata al nuovo proprietario a partire da quel momento

Televisione, il cambio di residenza deve essere comunicato per telefono allo 011/8102460 o 011/5170073 in alternativa tramite comunicazione scritta a Urar Tv-Casella postale 22-10100 Torino.

In condominio: il cambio di proprietà andrebbe comunicato a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno anche all’amminitratore condominiale che comincerà da quel momento ad imputare la quota condominiale dovuta al nuovo proprietario.

Asl, Enti e casse previdenziali dovrebbero ricevere comunicazione dell’avvenuto cambio di residenza anche se si è deciso di non cambiare medico di famiglia. Fortunatamente in molti casi queste comunicazioni possono avvenire tramite modelli compilabili online.

Assolti gli obblighi legali si dovranno attivare le utenze necessarie alla fruizione dell’immobile. Si potrà decidere di attivare nuove utenze su contatori già esistenti o si dovranno richiedere nuove linee. Ad ogni modo prima di ripristinare i vecchi contatori è bene controllare presso gli enti preposti al loro utilizzo che non esistano pendenze in sospeso relative all’inquilino precedente. L’attivazione delle utenze principali (acqua, luce, gas) sono da considerare nei costi iniziali e si aggirano intorno ai 70€ per utenza a seconda del servizio richiesto.

Tutte le attività legate all‘acquisto di una casa, alla richiesta di mutuo, ma anche all’attivazione delle utenze ed al loro pagamento dovrebbero essere saldate sempre mediante bonifico bancario indicando anche le causali ed i beneficiari per poter poi, il seguente anno fiscale, accedere ad eventuali benefici e bonus.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>