Home » Guide, Mutui

Comprare casa non è un gioco da ragazzi, calcolare il mutuo

1 giugno 2010
Pubblicità

Contrattare

Una volta individuata la giusta casa bisogna informarsi sul prezzo di vendita, sulla possibilità di ottenere qualche sconto (magari adducendo come pretesto le condizioni non proprio ideali della casa) ed eventualmente, se l’idea ancora ci convince, si potrà effettuare una proposta di acquisto: l’offerta. Per controllare il valore dell’immobile ci sono principalmente due strade; si potranno utilizzare dei calcolatori online e richiedere una indicazione del valore a metro quadro della zona di interesse dall’ufficio tecnico del comune di riferimento; la seconda via è chiedere la consulenza di un esperto immobiliare per una perizia tecnica preliminare, ma potrebbe costarvi una commissione non indifferente. Nel primo caso potrete ottenere un valore al metro quadro in base al quartiere di residenza ma dovrete poi applicare voi gli altri fattori, come lo stato dell’immobile, degli infissi, del condominio, della strada di residenza, ecc.

Se il venditore è soddisfatto della nostra offerta ci farà presto sapere che possiamo procedere all’acquisto. A questo punto per bloccare l’immobile dovremo versare una caparra o acconto che potrà essere, mediamente parlando, di circa 1000€ (nel successivo accordo preliminare alla presenza di un notaio, sarà invece necessario versare una percentuale del prezzo di vendita più alta, di solito non più del 25% ma questo primo acconto ci permetterà di prendere un po’ di tempo senza rischiare la perdita dell’affare). È bene quindi, quando si inizia a comprare casa, avere una piccola cifra già a disposizione da utilizzare proprio per queste prime spese.

Calcolare l’ammontare del mutuo

Per calcolare l’ammontare del mutuo è necessario tenere presenti alcune voci di costo. Riuscire a preventivare tutti i costi del mutuo è già come essere a metà dell’opera, probabilmente potrete fare il vostro calcolo solo dopo aver letto l’articolo per intero ma potete già cominciare a tenere presenti un po’ di cose:

  1. Il prezzo di vendita della casa pattuito con il proprietario
  2. Il costo di eventuali riparazioni e ristrutturazioni, sia dal punto di vista strutturale (impianti e murature) sia dal punto di vista basilare (arredo cucina e bagno). Per ottenere questi due valori vi consigliamo di richiedere già un preventivo ad una ditta specializzata (meglio richiederne diversi in modo da ottenere le condizioni migliori) per farvi un’idea di massima. Non è mai una buona idea pensare di rimandare i lavori a tempo indeterminato, la soluzione più economica, nel lungo termine, è infatti effettuarli tutti subito ed ottenere una casa a norma fin dall’inizio.
  3. L’onorario notarile (di cui parleremo in seguito) a cui si aggiungono le tasse e le registrazioni dovute per legge (tali costi dovrebbero essere indicati dal notaio nel preventivo).
  4. Tasse e iscrizione ai registri: l’acquisto di una casa comporta una tassa, chiamata Imposta sostitutiva, pari al 2% sul valore del mutuo richiesto, l’imposta ipotecaria e catastale (che vi indicherà il notaio) e l’imposta di registro al 7% (in sostituzione dell’IVA). Nel caso di acquisto di prima casa di residenza l’imposta di registro è solo del 3% (in sostituzione dell’IVA), le imposte ipotecaria e catastale di 168€ l’una e l’imposta sostitutiva sul mutuo richiesto scende allo 0.25% dell’importo.
  5. L’Assicurazione incendio, scoppio e fulmini obbligatoria che vi sarà richiesta dalla banca, varia in base alla compagnia di vostra scelta. Può andare da cifre come 20-30€ per ogni anno di mutuo, fino a 15.000€ a seconda della scelta ma va versata obbligatoriamente al momento della stipula del mutuo. Solitamente la Banca suggerisce già una polizza convenzionata ma il mutuatario non è obbligato a sottoscriverla mentre ha piena facoltà di cercare una alternativa valida.
  6. Possibili polizze aggiuntive. In accordo con la banca è possibile sottoscrivere ulteriori polizze aggiuntive che tutelano da rischi l’immobile o il mutuatario. Per il costo di queste polizze opzionali vi rimandiamo ai dettagli della vostra banca.

Continua…


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>