Home » Professionisti e Imprese

Modifiche al Testo Unico Bancario, alcune applicazioni

14 giugno 2010
Pubblicità

Grazie all’aggiornamento del e delle regole riguardanti i contratti bancari, adesso è possibile chiudere un conto o un finanziamento senza dover sostenere alcuna spesa. Sono state dunque apportate alcune modifiche al Titolo VI del testo unico bancario, questo già lo sapevamo, il nuovo regolamento è adesso al vaglio di commissioni esaminatrici che dovranno esprimere il loro parere prima dell’approvazione definitiva. Sicuramente per i professionisti le modifiche relative ai sono di poco interesse, esse infatti sono più rivolte ai cittadini, ma vogliamo parlarne in quanto rientrano nel quadro più ampio delle modifiche. Coni  cambi alle disposizioni legislative che riguardano il tema della trasparenza e della disciplina di coloro che operano nel settore finanziario, degli agenti e dei mediatori creditizi, il decreto, oltre che ad occuparsi del microcredito, riesamina le condizioni di trasparenza e delle garanzie dei clienti.

All’interno del Testo unico bancario è presente l’articolo 120-bis, secondo il quale il cliente ha il diritto di recedere in ogni momento da un contratto a tempo indeterminato, senza dover sostenere spese.Il cliente avrà dei costi, solo nel momento in cui sarà egli stesso a richiedere dei servizi aggiuntivi al momento del recesso.

L’unica difficoltà che si presenta in tal senso, consiste nello stabilire quali siano i servizi aggiuntivi rispetto agli adempimenti direttamente connessi all’estinzione del rapporto bancario. Le norme, restano comunque in favore del cliente e ribadiscono che non debba pagare il servizio di estinzione.

Continua ad appartenere alle banche però, la facoltà di modificare unilateralmente i tassi, i prezzi e le altre condizioni previste dal contratto, nel caso in cui se ne presenti una reale necessità. Affinchè tali modifiche possano essere apportate è necessario che all’interno del contratto sia presente una clausola, approvata specificatamente dal cliente e posta adeguatamente alla sua attenzione. Il termine di preavviso per la vigenza delle nuove condizioni, relative a tali modifiche unilaterali, varia da 30 giorni a 2 mesi ed è parificato al termine entro il quale il cliente ha la facoltà di accettare o meno le nuove condizioni.

Nel caso in cui il cliente intenda recedere dal contratto, in sede di liquidazione del rapporto, avrebbe diritto all’applicazione delle condizioni praticate precedentemente.

Le variazioni dei tassi di interesse adottate in previsione o in conseguenza di decisioni in politica monetaria, investono sia i tassi debitori che quelli creditori, e devono essere applicati in modo tale che non arrechino pregiudizio al cliente. A determinare le condizioni di tali modifiche unilaterali, ci pensa l’articolo 118 del Testo unico bancario, che è stato riscritto recentemente e che introduce l’articolo 119 bis riguardante le spese addebitabili. Secondo quanto stabilito, l’intermediario non può addebitare al cliente  le spese relative all’estratto conto, in quanto tali informazioni sono dovute per legge. Sono previste delle spese solo nel momento in cui il cliente dovesse chiedere comunicazioni extra (o con strumenti diversi da quelli previsti nel contratto), oppure se avanzasse delle richieste per gli eredi. Qualora fossero previste spese di questo genere, non possono comunque essere esorbitanti, ma proporzionali ai costi effettivamente sostenuti dalla o dall’intermediario finanziario.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>