Home » Finanziamenti Pubblici

Ancora troppi dubbi sugli Incentivi

16 aprile 2010

Sono partiti solo ieri e sono già stati prenotati complessivamente 24 mila incentivi per un totale di 21,5 milioni di euro, circa il 7% dei 3oo milioni stanziati. Secondo i dati forniti dal ministero dello sviluppo economico sono stati oltre 100 mila le telefonate arrivate al Call Center di Poste Italiane da parte di acquirenti e rivenditori per prenotare gli incentivi o richiedere informazioni.

Ma i dubbi e le imprecisioni sulle agevolazioni restano ancora troppi. Per aiutare i cittadini a fare chiarezza, laddove  il servizio di Poste Italiane non riesce ad arrivare per i centralini in tilt,  il Sole 24 Ore ha realizzato un Forum sugli incentivi in cui due funzionari dell’Ipi (agenzia del Ministero allo Sviluppo economico)  hanno risposto alle domande  sui bonus inviate dai lettori del quotidiano e dai navigatori del sito.

Dalle risposte sono emerse alcune importanti precisazioni:

Gli incentivi non sono cumulabili: Ad ogni codice fiscale corrisponde un solo bonus.

Casa ecologica
l’incentivo viene applicato all’acquisto di immobili sia di classe A sia di classe B di nuova costruzione, come prima abitazione della famiglia. Per l’acquisto di un immobile di nuova costruzione ad alta efficienza energetica, l’atto preliminare di compravendita deve essere stipulato a partire dal 7 aprile 2010. Il rogito andrà stipulato comunque entro il 31 dicembre 2010: la fotocopia andrà inviata insieme a tutta la documentazione richiesta. L’incentivo spetta per unità immobiliare.

Obbligo di  sostituzione dei vecchi beni. l’erogazione del contributo è vincolata alla rottamazione di un bene di pari categoria e funzione. Non è prevista la sostituzione per  i componenti elettrici ed elettronici, gli immobili, gli stampi in vetroresina per la nautica da diporto,  gli accessi a Internet per i giovani, e i motocicli elettrici o ibridi .

Commissione dell’1%: ai rivenditori sarà trattenuta una commissione pari all’1%, detratta dal rimborso che arriverà via bonifico. La commissione servirà a coprire i costi di gestione delle pratiche… in sostanza per pagare il servizio di Poste Italiane.

Estensione dei bonus ad altri settori: In Parlamento si sta valutando la possibilità di estendere gli incentivi al settore del legno (macchine utensili e arredo casa). Un’agevolazione potrebbe coinvolgere anche  i gestori di
alberghi che acquistano l’immobile e si impegnano a ristrutturarlo in un’ottica di recupero delle strutture alberghiere.

fonte: Il Sole24Ore 16 aprile 2010

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>