Home » Leasing

Il Lease-Back, cos’è e perché è utile

16 febbraio 2010
Pubblicità

Ultimamamente se ne parla spesso, ma che cos’è il Lease-Back?

Immaginate di essere un’azienda proprietaria di un bene, ad esempio una casa, e di volerlo vendere per ottenere liquidità, ma di necessitare ancora del suo uso; una delle possibilità è di venderlo ad una banca o società finanziaria che magari ve lo darà in . In questo modo potrete ancora utilizzare il bene pur non essendone più proprietari, avrete realmente venduto l’oggetto guadagnandone liquidità, e potrete ricomprarlo al termine del leasing esercitando il diritto di opzione di acquisto.
Questo tipo particolare di leasing si chiama lease-back, in quanto il bene venduto vi viene restituito in uso con un contratto di leasing. I beni che possono essere ceduti in lease-back sono gli stessi del leasing tradizionale, beni materiali ed immateriali compresi gli immobili anche se ogni genere di oggetto risponde poi a norme specifiche di durata contrattuale.

Ma a cosa serve il ?

Il lease back consente di recuperare capitali grazie alla vendita dell’oggetto che altrimenti costituirebbe si un investimento, ma immobilizzerebbe la liquidità; ciò nonostante, malgrado la vendita, l’oggetto resta in nostro uso grazie al pagamento di rate mensili (trimestrali, semestrali, ecc…) e può tornare in nostra proprietà al termine del contratto di leasing.

Questo tipo di contrattazione poi, porta notevoli benefici vantaggi. Ne abbiamo già parlato in un precedente articolo sul leasing, la soluzione, soprattutto per le aziende, è spesso più comoda per questioni fiscali; nel caso dell’immobile, ad esempio, è vero che nell’ipotesi di un mutuo si resta proprietari dell’immobile, mentre nel caso del leasesing lo si perde fino al termine del cotnratto quando sarà possibile acquistarlo nuovamente; tuttavia l’attuale disciplina fiscale prevede un diverso trattamento, inerente l’imposizione diretta, per i pagamenti attinenti le rate del mutuo rispetto ai canoni leasing. La possibilità di abbassare la base imponibile IRES con i costi connessi ai canoni, fa preferire il lease back rispetto ad un eventuale mutuo ipotecario. Ciò non toglie che l’operazione di cessione del bene, nel caso di un immobile comporta altri tipi di imposte come  registro, ipoteche e catasto, ma la soluzione di lease-back resta quella più spesso preferita dalle aziende in cerca di liquidità. Anche nel caso di auto, barche, telefonini ed altri bene potrebbe convenire la soluzione leasing al posto di un prestito.


Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo del mutuo Euro
Durata del mutuo anni
Frequenza rate
Età del richiedente
anni
Impiego richiedente
Reddito dei richiedenti Euro
Domicilio del richiedente
Provincia dell’immobile
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n° 235

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto. Puoi anche iscriverti a questi commenti mediante RSS.

Sii carino. Scrivi pulito. Non andare fuori tema. No spam.

Possono essere usati nella scrittura del commento i seguenti Tag Html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>